Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

INNOVAGEN  

Logo InnovaGen

Ricerca e INNOVAzione nelle attività di miglioramento GENetico animale mediante tecniche di genetica molecolare per la competitività del sistema
(docente referente per il Divet: prof. Giulio Pagnacco)

Il miglioramento genetico degli animali è al centro delle attività delle Associazioni allevatori da oltre sessanta anni. I metodi di selezione dei riproduttori non sono mai rimasti statici perché le Associazioni sono state attente a recepire le innovazioni della scienza e della tecnica. Da molti anni vengono innovati i modelli di stima degli indici genetici: aumenta la complessità, ma migliora la stima e si risponde meglio alle richieste degli allevatori e ai bisogni della società. Recentemente poi abbiamo assistito ad una rivoluzione nei metodi di selezione dovuta all’introduzione di tecniche di biologia molecolare.
Il Progetto INNOVAGEN, finanziato dal Mipaaf con oltre 3 milioni di Euro, ha l’obiettivo di realizzare un modello organico ed integrato tra le conoscenze di genetica molecolare e le tecniche-operative degli schemi di selezione animale, al fine di validare sperimentalmente le conoscenze già acquisite e di approfondirle, aggiornarle e trasferirle a sostegno del progresso genetico delle produzioni animali.
Il progetto è articolato in 9 linee di ricerca mirate:

- all’introduzione di marcatori molecolari nella selezione corrente e/o per nuovi caratteri
- alla selezione di genotipi particolari per geni che modificano le produzioni quanti-qualitative e caratteri funzionali
- allo sviluppo di sistemi per la caratterizzazione genomica e proteomica dei tipi genetici e dei loro prodotti
- allo sviluppo di sistemi per la sicurezza alimentare

Identità nascoste: la genomica diventa un film

Per divulgare le potenzialità che sono nascoste nel DNA, i ricercatori del programma Innovagen hanno realizzato una docufiction dal titolo “Identità nascoste” per parlare di genetica molecolare sotto forma di film giallo.
Ambientazione agreste, una stalla di Frisona come location, qualche volto noto del mondo universitario come "special guest” e la voglia di allargare i confini della ricerca, invogliando il maggior numero di persone a studiare una materia affascinante e dalle potenzialità infinite.

Perché anche la genomica, se interpretata bene, è un vero spettacolo.

Prendetevi 20 minuti e cliccate su:



video innovagen

A scuola di genomica

I ricercatori dell’Unità di formazione del Progetto Innovagen hanno sviluppato un corso di genomica, articolato in 12 schede, pubblicato su L'Allevatore Magazine. Tutte le schede sono scaricabili dalla colonna a destra o cliccando sulla singola scheda nell'elenco qui sotto:

1 - Alla scoperta del DNA e delle potenzialità della genetica molecolare (L'Allevatore Magazine N.8, 24-apr-13)
2 - I segreti del DNA (N.10, 29-mag-13)
3 - Alleli e variabilità nelle popolazioni (N.12, 26-giu-13)
4 - Parentele classiche e consanguineità (N.15, 07-ago-13)    
5 - Analisi simultanea di più regioni del genoma (N.17, 02-ott-13)
6 - Effetto di un gene sulle produzioni (N.19, 20-nov-13)
7 - Progetti di sequenziamento, milioni di marcatori (N.3, 19-feb-14)
8 - Tracciabilità genetica (N.5, 19-mar-14)
9 - Indice di selezione (N.8, 14-mag-14)
10 - Indici aggregati e indice genomico (N.19, 03-dic-14)
11 - I risultati del progetto I parte (N.3, 11-feb-15)
12 - I risultati del progetto II parte (N.5, 11-mar-15)

I gruppi di ricerca

Innovagen è stato organizzato in 12 settori di ricerca, a cui si affiancano due UO funzionali che si occuperanno rispettivamente di formazione e gestione dei rapporti con le ANA.

In particolare, sono di seguito elencate le Unità Operative:

- Vincenzo Russo UNIBO Utilizzazione della genomica per il miglioramento della selezione nei suini pesanti italiani
- Alessio Valentini UNITUS Carne bovina e altre specie
- Paolo Ajmone Marsan UNICATT Latte Bovino
- Luigi Ramunno UNINA Variabilità di geni candidati per il miglioramento quali-quantitativo del latte bufalino ed individuazione di marcatori associati a differenze nella loro espressione
- Fabio Pilla UNIMOL Ricerca e impiego di associazioni tra loci SNP e caratteri quantitativi e qualitativi della produzione di latte negli ovini e nei caprini
- Maurizio Silvestrelli UNIPG Applicazione di tecniche di genomica strutturale e funzionale per la tipizzazione e selezione del cavallo
- Alessandro Nardone UNITUS Studio sulla biodisponibilità di peptidi con effetti sulla salate umana
- John Williams PTP Aspetti genetici della suscettibilità ad alcune malattie nei bovini
- Donato Matassino CONSDABI La rintracciabilità quale strumento per la salvaguardia delle produzioni animali di qualità e per la sostenibilità del sistema zootecnico italiano
- Antonia Ricci IZSVEN Studio ed implementazione di sistemi su base bio-molecolare per il controllo delle dinamiche di diffusione di agenti patogeni potenzialmente presenti nelle popolazioni animali a tutela della salute umana, della sicurezza alimentare e a difesa del patrimonio zootecnico
- Andrea Galli ISILS Genomica e cromatina nel determinismo del livello di fertilità dei tori
- Nicola Macciotta UNISS Sviluppo e validazione di modelli per l’applicazione di schemi di selezione assistita da marcatori e selezione genomica alle specie di interesse zootecnico
- Giulio Pagnacco UNIMI Formazione e aggiornamento dell’organizzazione degli allevatori in relazione agli strumenti di genetica molecolare nella selezione zootecnica
- Riccardo Negrini CRSA Gestione rapporti con le ANA
- Coordinamento UNITUS Alessio Valentini


gruppo di lavoro Innovagen

Torna ad inizio pagina